Il Canale Villoresi è un importante canale d’irrigazione ideato nel XIX secolo dall’ingegnere lombardo Eugenio Villoresi da cui prese il nome e completato nel 1890.

Le acque del Ticino vengono deviate a Somma Lombardo allo sbarramento di Panperduto ed immesse nel Canale Adduttore Principale (C.A.P.) Villoresi. Dallo stesso sbarramento del Panperduto ha anche origine il Canale Industriale, le cui acque, all’altezza Turbigo, alimentano il Naviglio Grande.

Il Villoresi taglia in direzione ovest-est la pianura a nord di Milano per 87  km, dove alimenta tutte le utenze irrigue. E termina  nel Comune di Cassano d’Adda, dove le acque non utilizzate a scopi irrigui vengono scaricate nel Fiume Adda a Cassano d’Adda (Località Groppello).

Robecco non è attraversata dal corso principale di questo canale, ma i suoi secondari e terziari disegnano i confini tra i terreni coltivati. Se ne possono vedere alcuni tratti percorrendo la strada da Robecco e Carpenzago, che si trova in mezzo tra Naviglio da un lato e un canale terziario del Villoresi  dll’altro.

Nel centro urbano se ne vedono altri tratti, residuati di una rete quasi completamente coperta dall’urbanizzazione degli ultimi decenni.