Itinerario a piedi lungo il Naviglio e non solo per ammirare e visitare il patrimonio storico-architettonico di Robecco.

A) INFOPOINT

Partendo dall’INFOPOINT uscendo sulla via Matteotti  a sinistra si sale sul ponte degli scalini

B) Ponte degli scalini

si è circondati da un paesaggio particolare fatto in lontananza a Sud dalla vista del ponte di Cassinetta e, nelle belle giornate, dal Massiccio del Monte Rosa  che si staglia a Nord. Attorno un insieme unico di residenze nobiliari a partire dalle due  prospicenti: villa Gaia  e Palazzo Archinto. Sull’altra sponda del Naviglio si può ammirare villa Dugnani.

C) “il Mudel”

Scesi dal ponte, svoltando a destra e percorrendo un tratto di strada alzaia  si possono ammirare dall’altra parte del Naviglio: l’imponenza di villa Gaia ed il suo parco e poi a seguire la vastità del parco di villa Gromo Ternengo.  Si arriva così a villa Bassana con la roggia Soncina che scorre davanti. Poco più in là è possibili vedere il partitore, “il mudel”, dove la roggia Soncina cede una parte delle sua acque al cavo Negri.

D) Villa Sironi Marelli

Ritornando sui propri passi verso Robecco e oltrepassato il ponte degli Scalini poco più avanti troviamo villa Sironi e, andando verso il ponte carrabile, ritroviamo ancora la roggia Soncina.

E) Parco di Palazzo Archinto

Superato il ponte, rientrati nel parco Archinto, si svolta  a sinistra lungo e si arriva dopo la via Roma in piazza XXI luglio.

F) Piazza XXI luglio

Qui si passa a fianco al monumento alla Resistenza, opera realizzata dall’artista Colli, mentre dall’altra parte della piazza si può notare la lapide a caduti del XXI luglio, a cui la piazza è dedicata. La Chiesa Parrocchiale si staglia imponente di fronte, mentre in fondo sulla  destra abbiamo il piccolo oratorio di S. Majolo.

G) Villa Terzaghi

Proseguendo a destra lungo la via S. Giovanni dopo aver percorso circa 300 mt, si arriva a villa Terzaghi.

H) villa Gromo di Ternengo

Ritornando sui propri passi, ripercorrendo via S. Giovanni, piazza XXVI luglio e via Matteotti, si arriva su piazzetta Casati, da cui si può ammirare la facciataa esterna di villa Gromo Ternengo.

Procedendo sempre su via Matteotti si ritorna all’INFO POINT.