Itinerario cicloturistico: Il giro della vallata tra cascine, mulini, rogge e risorgive. Da farsi preferibilmente in bicicletta

Dall’ (A) INFOPOINT si  entra nel Parco Archinto per poi prendere la via Roma e poi all’incrocio la via Pietrasanta. Fuori dal centro abitato si percorre una strada che costeggia da un lato il Naviglio Grande e dal’altra un canale derivato del canale Villoresi.

Proseguendo lungo la strada si incontra prima (B) Cascina Vaiana e poi si arriva alla frazione di  Carpenzago dove è possibile fare  piccole deviazioni e visitare (C) Cascina Pietrasanta, (D) il Mulino Ceriani e il vicino fontanile di via Molinetto.

Usciti da Capenzago si prosegue lungo la strada principale per Casterno,  alla discesa e prima della risalita si prende la strada sterrata a destra e si arriva al (E) Fontanile Tre Fontane.

Ripresa  la strada principale si arriva e si attraversa Casterno. In fondo alla discesa al bivio abbiamo  (F) l’agriturismo Molino Santa Marta e  fontanile della Monegata (S.Marta).

Da qui si entra nella valle del Ticino e si incontrano (G) la  Cascina Visconta, (F) e  l’Agriturismo Barcella.

Alla fine della strada asfaltata si svolta a sinistra e si arriva  prima  (H) alla Cascina Salvaraja, poi ritornando indietro di 500m e svoltando a destra si incontra (I) la Cascina Cambiaga (J) e la Cascina Grande.

Si ritorna sulla strada asfaltata, all’altezza dell’Agriturismo S.Marta si risale verso Casterno per rientrare a Robecco.